PROGETTO PALCO " Forse non lo sai ma pure questo è amore"

condotto da Elena Scalet e Gipo Gurrado

Creazione di uno spettacolo a partire da una drammaturgia originale e collettiva, diretta da Elena Scalet e Gipo Gurrado. Con selezione.

Periodo

Da Ottobre 2024
A Giugno 2025

Frequenza

Mercoledì 20.00-23.00.
Inizio: Mercoledì 16 ottobre
Oltre alla frequenza fissa settimanale, il corso prevede un calendario di incontri nel weekend principalmente dedicati alle prove intensive della messinscena finale.

Dove

Campo Teatrale
via Casoretto 41/a

PRESENTAZIONE CORSO

La scuola di Campo Teatrale a Milano, organizza e propone corsi di Recitazione e laboratori teatrali rivolti a principianti che desiderano sperimentare le prime tecniche teatrali e ad allievi più esperti alla ricerca dei requisiti per diventare attori.

Crediamo nel valore dell’esperienza teatrale come occasione per la crescita personale e della collettività. Crediamo nell’importanza di stimolare relazioni positive e aperte, in dialogo con il presente e con la città che cambia. Crediamo nel ruolo dell’arte e della creatività come motori del cambiamento.
Per questo facciamo teatro. Per questo, da oltre 20 anni, proponiamo percorsi formativi rivolti a tutti, e modellati sulle esigenze di ognuno.

Il Progetto Palco di Campo Teatrale è un’esperienza di formazione che si avvicina al lavoro di una compagnia professionista nella realizzazione di uno spettacolo ed è rivolto ad allievi-attori che abbiano maturato un percorso di formazione (almeno 3 anni) e che vogliano continuare la propria crescita attorale con la pratica della scena.

Nell’anno scolastico 2024-2025 sono previsti due diversi Progetto Palco. “Forse non lo sai ma pure questo è amore” sarà diretto da Elena Scalet e Gipo Gurrado. Il duo di artisti, da anni conduce una ricerca personalissima che fonde nel linguaggio teatrale recitazione, canto e movimento, con l’obiettivo di esplorare nuove forme di espressione svincolate dall’estetica del musical classico.

A chi è rivolto

Il Progetto Palco di Campo Teatrale è un’esperienza di formazione che si avvicina al lavoro di una compagnia professionista nella realizzazione di uno spettacolo ed è rivolto ad allievi-attori che abbiano maturato un percorso di formazione di almeno 3 annie che vogliano continuare la propria crescita attorale con la pratica della scena.

Obiettivi

Partecipazione ad un progetto di messinscena condotto da un ensemble che simula l’esperienza di una compagnia professionista secondo una propria poetica: formazione del cast, affiatamento del gruppo, allenamento orientato alla messinscena, prove ed allestimento dello spettacolo, repliche.

Contenuti

Vocalità: Usare la voce come uno strumento espressivo anche se non si ha dimestichezza col canto e la musica. Tradurre una canzone in azione scenica vocale.
Studiare il testo di una canzone come un monologo, comprenderne il significato profondo per interpretarla in modo personale e unico, coerente con il proprio personaggio.

Personaggio: Affinare lo sguardo sull’altro attraverso il divertimento e il piacere del cercare lontano da noi, in territori sconosciuti o poco battuti, indagando i nostri ossimori, gli spigoli, le similitudini e le divergenze tra noi e il personaggio. Trovare corpi e voci sempre più aderenti alla storia che questo “altro da me” mi svela e suggerisce. Dare spazio a un personaggio vivo, credibile, pieno, non bidimensionale, per avvicinarsi a una qualità di interpretazione più densa, ricca di sfumature.

Movimento: (con danzatori/coreografi ospiti, che collaborano con la compagnia) Usare il corpo come strumento potente per abitare lo spazio e raccontare una storia, intima e collettiva. Trasformare una suggestione musicale in virate spaziali o precisi punti poetici.

Il percorso mira alla preparazione e l’allestimento di una messinscena in teatro, con eventuale possibilità di replica anche in altri luoghi della città, fuori dagli spazi convenzionali, in dialogo con la progettualità di Campo Teatrale.

Tutti gli allievi del corso Progetto Palco sono invitati al  CLHUB: una mappa di incontri che arricchisce i percorsi di apprendimento più strutturati attraverso approfondimenti specifici e nuovi stimoli.

Nell’anno scolastico 2024-25, IL CLHUB si articolerà in diverse masterclass di 9 ore ciascuna in forma di seminari intensivi nel fine settimana (con prenotazione obbligatoria).

L’accesso alle masterclass è riservato e gratuito agli allievi dei corsi di livello avanzato di Recitazione (avanzato, perfezionamento, progetto palco).

Il calendario e il programma delle masterclass sarà comunicato in seguito.

Presentazione del progetto

Forse non lo sappiamo e non lo sapremo mai.
Esiste un posto, un luogo, un’amante, un amato, una passione, qualcosa a cui dichiarare amore senza controindicazioni?
Senza la paura di restare chiusi fuori?
Sulle scale, anche se a volte è l’unico modo per salvarsi?
Esistono piccoli, banali, leggerissimi gesti d’amore, color fosforo e miele, che non chiedono nulla in cambio?
Forse non lo sai, forse non lo sappiamo, ma pure questo è amore.
Quindi, rinunciamo a spedire lettere già scritte o combattiamo bene per morire meglio?
Quanta strada serve per vedere il sole, magari disperato o sempre uguale a quando eri partito?
Abbiamo più ferite o più battaglie?

“La mia paura non bastava a farmi dire basta”.

La canzone “Stranamore” di Roberto Vecchioni è una lettera meravigliosa, scritta, spedita e arrivata a noi.
È una poesia che ci spinge a dire tutto anche quando ce la stiamo facendo sotto. E allo stesso tempo è una bussola che ci indica la strada da seguire per arrivare davanti al mare a pronunciare mille domande.

O forse sola una: “sono un coglione?”.
Probabilmente sì, perché lo siamo stati, lo siamo ora.
O lo saremo.
Tutti.
Ma almeno ci abbiamo provato, ad arrivare davanti al mare, a dire le cose che volevamo dire.
A costo di essere ridicoli.

Da qui partiremo per indagare insieme cosa significa quel silenzio che sembra non finire. Dargli voce. Sentire cosa urla. O cosa sussurra.
Per scoprire che tutto questo rincorrere, conquistare nazione dopo nazione, forse non serve.
Perché, probabilmente, abbiamo già tutto: basta aprire la porta, scendere le scale e spedire la lettera.

Lavorare alla costruzione di una drammaturgia collettiva e alla sua messa in scena è un modo per affrontare insieme la paura di dire le cose che sentiamo di voler dire.
Ora.

Sparare dalla bocca baci, senza farsi male.

Scrittura drammaturgica, il cantare, il danzare, il lavoro sul personaggio.
Faremo tutto questo tentando di allontanarci il più possibile dai cliché stantii e comodi in cui è spesso facile cadere, esplorando vie diverse e non convenzionali, nel tentativo di liberare la mente dai nostri schemi predefiniti e rompere questa gabbia stretta che tanto e spesso è la nostra testa.

Fare spazio a espressioni e azioni più originali e personali sarà la nostra battigia.

OPERE DI RIFERIMENTO E SUGGESTIONI

“Calabuig” – album di Roberto Vecchioni (1978)

“Sushi e coca” – Album dei Marta sui tubi (2008)

“I miei stupidi intenti” – romanzo di Bernardo Zannoni (Sellerio)

“Quanto blu” – romanzo di Percival Everett (Nave di Teseo)

“Elogio della fuga” – saggio di Henry Laborit (Mondadori)

“Il silenzio è cosa viva” – Chandra Livia Candiani (Einaudi)

“L’amore è il cuore di tutte le cose” – lettere di Vladimir Majakovskij

“I ponti di Madison County” – film di Clint Eastwood

“Strappare lungo i bordi” – serie di Zerocalcare

“La vita è breve, eccetera” – romanzo di Veronica Raimo (Einaudi)

“Storie di animali e altri viventi” – Alberto Asor Rosa (Einaudi)

Durata e frequenza

Mercoledì 20.00-23.00. Inizio: Mercoledì 16 ottobre

Oltre alla frequenza fissa settimanale, il corso prevede un calendario di incontri  nel weekend principalmente dedicati alle prove intensive della messinscena finale.

Promo (non cumulabili)

Porta un amico’: se ti iscrivi con un amico mai iscritto prima a Campo Teatrale, sconto 15% per entrambi gli iscritti

Multicorso’: se ti iscrivi a due (o più) corsi nella stessa annualità 2425, sconto 15% sul corso di minor costo

ATTENZIONE:

Le promo non sono cumulabili fra loro né con altre promozioni speciali

Costi e modalità di iscrizione

€ 1415 – pagamento in unica soluzione

Il costo del corso comprende due uscite a teatro con la propria classe per la visione di due spettacoli della Stagione di Campo Teatrale.

Se preferisci un pagamento rateale, suggeriamo di utilizzare PayPal (il servizio “paga in 3 rate con PayPal” potrebbe essere soggetto a restrizioni legate al profilo dell’utente).

L’iscrizione si intende rivolta a soggetti privati, qualora si volesse effettuare un’iscrizione in carico ad un’Azienda o Ente occorre rivolgersi a info@campoteatrale.it per ricevere indicazioni in merito.

 

Workshop di selezione

Per accedere al Corso PROGETTO PALCO è necessario partecipare ad una selezione con gli insegnanti Elena Scalet e Gipo Gurrado.
Attenzione: i posti disponibili sono limitati.

Il Workshop di selezione per questo corso si terrà Giovedì 19 settembre h 20.00-23.00

Ogni partecipante deve portare un breve testo a memoria a scelta (prosa o poesia o testo di una canzone). È sufficiente la sola memoria del pezzo e non il montaggio.

Per candidarsi, occorre:

  • compilare il FORM.
  • inviare a info@campoteatrale.it:
    – il proprio CV con le esperienze pregresse nell’ambito della recitazione e delle arti performative (corsi, laboratori, seminari)
    – un breve video di presentazione di sé, 1/2 minuti max (da realizzarsi anche con un cellulare)

 

Insegnanti

Dicono di noi

Richiedi Informazioni