Seminario Residenziale in Emilia - Romagna

condotto da Lia Gallo e Gianni Coluzzi

Periodo

12-13-14-15-16 Luglio 2023

Frequenza

Seminario residenziale

Dove

Fattoria Cà di Gianni
(Bagno di Romagna)

La scuola di Campo Teatrale, attiva a Milano dal 1999, organizza e propone corsi di Recitazione e laboratori teatrali rivolti a principianti che desiderano sperimentare le prime tecniche teatrali e ad allievi più esperti alla ricerca dei requisiti per diventare attori. La scuola organizza infatti anche percorsi di approfondimento tematici ed intensivi.

OPACHE TRASPARENZE 

ne Lo zoo di vetro di Tennessee Williams

Seminario Residenziale condotto da Lia Gallo e Gianni Coluzzi con esito finale aperto al pubblico

Presso Fattoria Cà di Gianni (Bagno di Romagna)

Stare

In un mondo in cui tutto sembra luminoso, in cui il futuro viene raccontato migliore di ciò che è ed ogni conflitto sembra potersi risolvere, viviamo in realtà sospesi tra contraddizioni latenti e ricorrenti motivi di incertezza.

Abbiamo un grande bisogno di sentirci umani, vicini, protetti.  La cura delle relazioni diventa così, essenziale, a partire dalla coppia, dagli amici stretti, dalla famiglia.

L’esperienza teatrale in una cornice naturale suggestiva e rilassante, fuori dalla città, non può che essere un’occasione preziosa per sperimentare sul piano creativo la capacità di relazione, la vicinanza, l’interdipendenza.

Una ricerca intensiva su una singola opera come Lo zoo di vetro di T.Williams  permette di eviscerare tutti i temi e i sottotemi che l’autore propone all’attenzione del lettore, dello spettatore e dell’attore, a partire da alcune dicotomie quali, per esempio, introversione/appariscenza, sincerità/egoismo.

Cercare

Lo zoo di vetro è lo sviluppo drammaturgico di un racconto che Williams scrisse anni prima, il quale a sua volta è frutto di esperienze autobiografiche dell’autore. Egli di fatto mette a nudo e racconta, attraverso i suoi personaggi, alcuni aspetti del proprio carattere, come la timidezza e l’introversione giovanile. La condizione sottintesa è il desiderio di mettersi in gioco, riconoscendo modalità, vizi e desideri inespressi.

I personaggi de Lo zoo di vetro, dietro ad un apparente altruismo, celano infatti desideri sostanzialmente egoisti. Fa eccezione Laura che, di aspetto scialbo e psicologicamente fragile, è in realtà più umana e virtuosa degli altri.

Rendendo trasparenti i quattro personaggi, l’autore mette in mostra l’essere umano: la sua bellezza e le sue debolezze e, dietro le opacità, ci permette di intravedere anche le più subdole trame egoistiche.

Fare

Il percorso proposto inizia con esercizi che sviluppino l’ascolto, l’attenzione reciproca, la prontezza e la reattività.

Attraverso un approfondito training fisico con l’ausilio della Biomeccanica Teatrale, si affronta il concetto di desiderio del personaggio, di rapporto tra la forma plastica esteriore e il mondo interiore, di frase fisica e di azione verbale o non verbale.

Oltre ai materiali attribuiti a ciascun partecipante in fase di iscrizione, il gruppo viene stimolato e guidato alla produzione di materiale scenico originale da agire.

La doppia conduzione, differenziata negli spunti e nei temi di lavoro, costituisce un ulteriore stimolo alla ricerca e all’approfondimento.

La restituzione finale verrà messa in scena domenica pomeriggio alla presenza di pubblico.

Nello specifico per ogni giornata di lavoro:

  • One to One :

Lavoro individuale tra tutor ed allievo sull’azione e sul personaggio assegnato. Analisi del personaggio: ricerca del lato mancante attraverso gli strumenti attorali di corpo e voce, in azione e in stasi.

La parola narrata: come il personaggio parla e interagisce col pubblico, con sé stesso e di sé stesso.

La credibilità di azione e parola.

  • In gruppo :

Allenamento fisico corale in sala prove e in spazi alternativi (outdoor, in natura,…): come cambia il corpo in azione, nei diversi spazi

La ricerca di immagini non descrittive, non convenzionali.

Il lavoro sul coro: la presenza e l’ascolto in scena in assenza di parola; ricerca di una voce corale capace di riempire spazi teatrali e non.

Creare con il corpo e con la voce sonorità altre che sostituite alla parola, evochino atmosfere.

Il ruolo della musica come partner di lavoro.

Portare

  • Abiti comodi per il training, possibilmente maglie senza scritte, scarpe da ginnastica, calze antiscivolo.
  • Due costumi di scena inerenti ai personaggi assegnati (uno a tinte chiare, uno a tinte scure), scarpe e accessori (occhiali, bretelle, gilet, canottiere, sottovesti…)
  • Un tappetino da yoga e una coperta. Una candela.

È richiesta la lettura integrale del testo Lo zoo di vetro di T.Williams. Prima della partenza ed in tempo utile, ad ogni partecipante verrà assegnato un monologo o dialogo, estratto dal testo, da mandare a memoria

Partecipare

Il seminario è aperto a tutti. I posti sono limitati.

All’atto d’iscrizione e a solo scopo conoscitivo è necessario allegare una breve presentazione di sé, indicando eventuali esperienze formative nell’ambito della recitazione, del canto o della danza, della musica, nonché di qualunque altra esperienza che si ritenga opportuno comunicare.

 

Quando

da Mercoledì 12 a Domenica 16 Luglio 2023

  • Mercoledì 12 luglio: arrivo entro h 15.00 Laboratorio teatrale h 16.00-20.00
  • Giovedì 13 luglio: Laboratorio teatrale h 10.00-13.00 e 14.30-19.30
  • Venerdì 14 luglio: Laboratorio teatrale h 10.00-13.00 e 14.30-19.30
  • Sabato 15 luglio: Laboratorio teatrale h 10.00-13.00 e 14.30-19.30
  • Domenica 16 luglio: Laboratorio teatrale h 10.00-13.00 – Allestimento e realizzazione della messinscena finale h 14.30-16.00. Conclusione laboratorio e feedback 16.00-17.00

L’attività teatrale si svolgerà sia nelle ampie sale prova della struttura sia all’aperto.

In base alle necessità e desideri del gruppo, sono previste sessioni aggiuntive di lavoro serale.

Dove

Fattoria Cà di Gianni: https://www.cadigianni.it/

Il soggiorno prevede:

  • sistemazione in camere quadruple, triple o doppie, tutte con bagno interno e letti singoli (in piano o a castello)
  • pensione completa con colazione, pranzo e cena con pasti composti dalla scelta del menù del giorno: primo, secondo + contorno, frutta o dolce, acqua. Bibite, vino e caffè esclusi.

Durante il soggiorno vengono messe a disposizione due ampie sale prova, ed è possibile usufruire della piscina panoramica con idromassaggio e del campo polivalente.

I partecipanti sono invitati a segnalare eventuali diete specifiche (vegana,  vegetariana) e/o eventuali allergie e intolleranze.

Come iscriversi

COME ISCRIVERSI (fino ad esaurimento posti):

Clicca sul tasto “acquista” e segui le istruzioni.

Invia la tua BIO di presentazione a info@campoteatrale.it

Al completamento del gruppo di lavoro e in tempo utile per lo studio sarà nostra cura inviarti i testi da memorizzare

Costo

(laboratorio teatrale e alloggio con servizio di pensione completa)

Le spese di viaggio sono a carico del partecipante

Seminario residenziale 2023
620
Sold Out!

lia

Dicono di noi

Richiedi Informazioni