Senza famiglia

Il Mulino di Amleto

dal 26 febbraio al 3 marzo ore 21.00
(giovedì ore 20.00)
(domenica ore 18:30)
+ Google Calendar + iCal
Biglietto intero 20€
Ridotto a 14€
  • se acquisti on-line
  • se porti in biglietteria una bottiglia di vino o 2 confezioni di taralli da condividere dopo lo spettacolo
14
Promo a 10€

Biglietto scontato a € 10 per la prima replica

10
Convivio a 24€

Biglietto ridotto per spettacolo + cena a buffet (vino incluso) a Campo Teatrale

24
Acquista
Il biglietto per prima replica di ogni spettacolo è a € 10
spettacolo finalista Premio Scenario 2017

 

Il Mulino di Amleto ricerca e sperimenta da sempre un lavoro in cui affronta i Classici “piegandoli” per svelarne la loro forza contemporanea, e i testi contemporanei come se fossero dei Classici.
Gli strumenti usati sono per lo più il lavoro sull’umanità degli interpreti, sulla loro qualità attoriale, sulla creazione di una vicinanza e di una partecipazione del pubblico, su proposte di allestimento scenico non naturalistico.

 

La scintilla di questo progetto è nata grazie a un testo di Magdalena Barile: una famiglia, 5 personaggi, una mamma, una nonna, un marito, due figli, le loro relazioni e i rapporti tra conflitti e impossibilità di esprimersi con affetto. Ci piace pensare a questo progetto come a un Natale in casa Cupiello del 2000.

 

Se è vero che – come dice Aristotele – all’interno della famiglia si trovano tutte le declinazioni della tragedia greca, il nostro desiderio è di immergerci senza mezze misure nella forza di questa materia. Con coraggio e attitudine al rischio vogliamo raccontare una favola nera, dolorosa, ma che, proprio grazie al linguaggio della favola, farà dell’antinaturalismo e della fantasia i suoi punti di forza.

 

Siamo costantemente alla ricerca di un modo di raccontare non scontato, surreale, attento a compiere frequenti interruzioni della narrazione per amplificarne il senso. Per accentuare lo straniamento, il distacco, il grottesco, il personaggio della nonna, nella nostra versione, non sarà interpretato da un’attrice, ma da un attore senza ricorrere a caricature o maschere. In questo modo lavoreremo su ogni ruolo perché le figure raccontate nel testo della Barile non sono solo dei personaggi, ma vanno oltre…diventano simboli, sintesi, funzioni di dinamiche e situazioni che ci riguardano tutti molto da vicino. La cattiveria e la spietatezza con cui queste situazioni familiari vengono raccontate nel testo sono memorabili, affascinanti, iperboliche ed esasperate.
Analizzano da vicino il tema della responsabilità e dell’eredità che ci passiamo di generazione in generazione tra padri e figli, madri e figlie, in un impossibile dialogo che mai c’è stato e mai ci sarà. Tutto quello che resta è il fallimento storico di una vecchia donna (come una vecchia generazione), che si trasforma in senso di colpa per ciò che lascia dopo di sé.

 

Restano le sue lacrime e il suo disincanto. La sua solitudine… Ecco, anche se tutto questo ha a che vedere con l’immagine finale del nostro spettacolo, ci piace pensare di partire da questa suggestione per cominciare a costruire una favola nera, la “fine della nostra famiglia”. In tutto questo nero e buio forse ci sarà un lampo, un segno, uno stimolo alla ricostruzione.

Durata: 1 ora e 30 minuti

Credits

di
Magdalena Barile
regia
Marco Lorenzi
uno spettacolo di
Il Mulino di Amleto
in co-produzione con
Tedacà e Theatrical Mass - Campo Teatrale
con il supporto di
Residenza IDRA e Armunia nell'ambito del progetto CURA 2018

Un’occasione per incontrare le compagnie ospiti dopo lo spettacolo, lo staff di Campo Teatrale e altri ospiti per condividere domande e riflessioni intorno a un tavolo, ma anche per conoscersi e fare quattro chiacchere insieme ad altri spettatori.

QUANDO: Giovedì 28 febbraio, a seguito dello spettacolo (durata 90 minuti)
DOVE: A Campo Teatrale
COSTO: Biglietto spettacolo ridotto + cena a buffet (vino incluso) = € 24

Dopo aver acquistato on-line il biglietto per il Convivio è possibile indicare eventuali allergie/intolleranze a comunicazione@campoteatrale.it entro mercoledì.

Hai voglia di vedere uno spettacolo teatrale ma non sai a chi lasciare i tuoi bimbi?
Portali con te!

Campo Teatrale viene incontro alle tue esigenze e da questa stagione il sabato e la domenica offre un servizio di baby sitting con Tata Frà!

QUANDO: il sabato e la domenica (inizio spettacoli rispettivamente 21.00 e 18.30)
COSTO: € 5 (dall'inizio fino alla fine dello spettacolo)
PRENOTAZIONE: obbligatoria a biglietteria@campoteatrale.it indicando nome, cognome, età del/dei bambino/i

Date evento

dal 26 febbraio al 3 marzo ore 21.00
(giovedì ore 20.00)
(domenica ore 18:30)

Orari biglietteria

Presso gli uffici in via Casoretto, 41/a
Dal lunedì al venerdì 14.00 -19.00
Sabato 10.00 - 13.00 e 14.00 -19.30 / Domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.30
Presso la biglietteria del teatro in via Cambiasi, 10
Solo nei giorni di spettacolo, da un'ora prima dell'inizio della replica.

Ingresso

via Cambiasi, 10 (MM2 Udine / Linee bus 55-62)

Dicono di noi

Ieri sera non solo spettacolo, cena tutti insieme! Grazie a Campo Teatrale per la bellissima iniziativa “Convivio”, un eccellente modo per avvicinare ancora di più il pubblico al teatro.

Spettatore #24
Dai questionari spettatori 16/17

Volevo davvero ringraziarvi per la bellissima serata di ieri sera. “Convivio” è un’iniziativa meravigliosa e dà un valore aggiunto al vostro teatro. Grazie mille!

Spettatore #25
Dai questionari spettatori 16/17

Piacevole la corte, l’allestimento essenziale, la semplicità degli spazi, l’area periferica, il pubblico di giovani: sorprendete la coincidenza di ritrovare amici su vari fronti accomunati dal desiderio di condivisione di esperienza nuova, fuori dai percorsi consolidati.

Spettatore #1
Dai questionari per spettatori 16/17
 Spettacoli di qualità. Bravi!
Spettatore #10
Dai questionari per spettatori 16/17
Spettacoli intensi, emozionanti, che aprono a domande… Importante la condivisione dopo lo spettacolo.
Spettatore #11
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi piace il vostro modo di stare nel teatro.
Spettatore #16
Dai questionari per spettatori 16/17
Questo spettacolo ha creato un’atmosfera incredibile, tutti gli amici che ho invitato mi hanno ringraziato molto per averli resi partecipi.
Spettatore #15
Dai questionari per spettatori 16/17
Come prima esperienza al campo teatrale è stato molto interessante. Lo spazio è davvero bello. Ci tornerei per altri spettacoli.
Spettatore #13
Dai questionari per spettatori 16/17
Serata molto carina ed interessante sono andato via con la convinzione e la gioia di aver assistito a qualcosa di speciale
Spettatore #12
Dai questionari per spettatori 16/17
È un luogo molto piacevole dove si sta bene e ci si sente a casa.
Spettatore #17
Dai questionari per spettatori 16/17

Prima volta al campo su invito di una mia amica. Mi sono divertito un sacco, splendida accoglienza e si entra nel vivo della rappresentazione. Bravi gli attori qualità alta. Grazie.

Spettatore #18
Da Facebook

Non lo conoscevo e ho scoperto un luogo intimo e accogliente… Da non perdere di vista!

Spettatore #23
Da Facebook

Un luogo intimo, senza essere piccolo, in cui ho visto succedere piccoli miracoli e cose meravigliose.

Spettatore #22
Da Facebook

Posto meraviglioso, teatro di qualità, persone di cuore.
Questo è il teatro che fa stare bene.

Spettatore #21
Da Facebook

Una realtà che mi è piaciuta… dove l’arte si esprime per chi ha la capacità di non seguire il gregge….mi è piaciuta l’aria e le persone….

Spettatore #20
Da Facebook
Sono stato da voi due volte, a vedere spettacoli differenti e tutte e due le volte la qualità dell’offerta e del lavoro è stata molto alta.
Spettatore #2
Dai questionari per spettatori 16/17

Fino adesso qui ho assistito ai due migliori spettacoli dall’inizio dell’anno. Non lo conoscevo ma credo di essermi già affezionata. Da provare.

Spettatore #19
Da Facebook
 Spettacolo bellissimo e ambiente caloroso, sono stata benissimo! Sono rimasta molto soddisfatta e colpita, come ogni volta che passo a Campo del resto 🙂
Spettatore #8
Dai questionari per spettatori 16/17
Gentilezza nell’accogliere il pubblico. Bel posto, accogliente per gli spettatori e anche per gli studenti che si formano lì nella scuola.
Spettatore #7
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi avete regalato una splendida serata e giorni di profonda riflessione.
Spettatore #6
Dai questionari per spettatori 16/17
Ottima l’idea della cena con attori/regista e discussione. Non mi è mai capitato, nemmeno all’estero.
Spettatore #5
Dai questionari per spettatori 16/17
Continuare sulla strada delle proposte come cena con gli attori e regista, sono le iniziative di questo tipo che avvicinano il pubblico e lo fanno sentire a teatro come a casa. Grazie.
Spettatore #4
Dai questionari per spettatori 16/17
Ambiente molto giovane, fresco e piacevole!
Spettatore #3
Dai questionari per spettatori 16/17