Corso di Storytelling

Base e Avanzato / Condotto da Daniele Milani

12 incontri
+ Google Calendar + iCal

PER scoprire che prima di tutto c’è sempre una storia da raccontare
PER imparare a raccontarla al meglio, scoprendo le differenze tecniche tra cinema, teatro, narrativa, tv e web
PER trasformare un’idea in un soggetto avvincente con personaggi, climax, colpi di scena…

 

DURATA
corso base 12 INCONTRI dal 13 novembre 2018 al 12 febbraio 2019
corso avanzato 12 INCONTRI dal 18 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019

FREQUENZA
corso base Martedì h 20.00-23.00. Inizio: mar 13 novembre
corso avanzato Giovedì h 20.00-23.00. Inizio: gio 18 ottobre

COSTO
€ 430  (acconto di € 100 per prenotare un posto + saldo € 330 entro 15 gg dall’inizio del corso)

PROMO (non cumulabili)
‘Porta un amico’: se ti iscrivi con un amico, sconto 15%  per entrambi gli iscritti
‘Multicorso’: se ti iscrivi a due (o più) corsi nella stessa annualità 1819, sconto 15% sul corso di minor costo

MATERIALI

Supporto per la scrittura digitale di proprietà dell’allievo (pc, tablet, etc)

 

PRESENTAZIONE CORSO BASE

A CHI E’ RIVOLTO

A tutte le persone interessate a individuare e sviluppare la forma narrativa più adatta alla propria creatività, partendo dall’analisi dei diversi sistemi narrativi della società contemporanea, distinguendo tra racconto del reale, narrazioni di pura invenzione e sistemi ibridi. Agli allievi principianti non è richiesta una preparazione specifica in ambito narrativo, ma un sincero desiderio di raccontare o raccontarsi, unito alla consueta fruizione di una qualsiasi forma di narrazione, dal romanzo al teatro, dalle nuove serie tv al cinema.

Il corso è anche un valido approfondimento per insegnanti, giornalisti, traduttori, responsabili risorse umane, formatori aziendali, coach, manager e liberi professionisti, oltre che per attori, registi e lavoratori dello spettacolo in genere.

OBIETTIVI

Guidare i partecipanti nell’individuazione della forma narrativa più adatta ai propri interessi e alle proprie necessità espressive, sviluppando una o più storie coinvolgenti ed efficaci.

Per far questo vengono analizzati i vari metodi di narrazione: quelli di pura invenzione per cinema, teatro, narrativa, fiction tv e web, quelli di narrazione del reale, come l’autobiografia, il giornalismo o lo storytelling aziendale, fino ad approdare ai sistemi ibridi come la narrazione di brand, lo spot pubblicitario e l’infotainment. Tale analisi aiuta i partecipanti a sviluppare una maggiore consapevolezza della complessità narrativa della società occidentale e, attraverso un percorso di apprendimento, favorisce l’individuazione della forma narrativa più vicina alla propria sensibilità, sviluppando, con la guida del docente, progetti strutturati.

CONTENUTI 

Principi della struttura narrativa

Narrazione cross mediale tra teatro, narrativa, cinema, tv e web

Narrazione del reale e autobiografia

Generi ibridi di narrazione. Rapporto tra realtà e narrazione

Creazione del concept narrativo

Ideazione e sviluppo del personaggio

Fasi di sviluppo di una storia

Che tipo di personaggio inventare? Quanto ti somiglia il protagonista della tua storia? Vuoi raccontare un’esperienza autobiografica o inventarne una? Da dove nasce lo spunto per una nuova storia? Che rapporto esiste in narrazione tra realtà e invenzione? E’ più grande la realtà o l’immaginazione? Quali regole bisogna seguire per far funzionare una storia dall’inizio alla fine?

La natura soprattutto pratica del corso invita i partecipanti all’esercizio della scrittura a partire da queste ed altre domande principali e li guida nella stesura di storie in ognuno dei sistemi descritti (reale, fantastico, ibrido) consentendo un percorso di apprendimento ricco e favorendo la comprensione pratica delle specificità di ciascun sistema.Nel corso dell’ultimo incontro viene presentata al pubblico una selezione delle storie elaborate.

 

PRESENTAZIONE CORSO AVANZATO

A CHI E’ RIVOLTO

Il corso nasce come proseguimento ideale di quello base ma è aperto a tutte le persone che, avendo ideato una storia chiaramente riconducibile ad uno dei sistemi tra narrazione del reale, narrazione fantastica o narrazione ibrida siano interessati a comprendere quale sia il media di riferimento ideale per esprimerla (narrativa, teatro, cinema, tv o web) e in che modo questa debba essere sviluppata per rispettare al tempo stesso sia il sistema narrativo scelto che il media di riferimento, garantendo ad ogni livello un’adeguata coerenza.

OBIETTIVI

La didattica ruota intorno allo sviluppo di un progetto autonomo da parte di ogni partecipante sotto la supervisione del docente.

Dopo aver individuato il media di riferimento per il quale il partecipante desidera sviluppare la propria storia (narrativa, teatro, cinema, tv o web) verranno analizzate le caratteristiche che quel media esprime per ogni sistema narrativo (narrazione del reale, del fantastico, ibrida) e verranno individuate le caratteristiche necessarie a garantire uno sviluppo coerente della storia.

Se ad esempio uno storytelling aziendale (narrazione del reale) volesse essere raccontato attraverso il teatro, come bisognerebbe sviluppare la storia per non rischiare di danneggiare la coerenza interna del sistema narrativo scelto e del media attraverso il quale la si vuole esprimere? Queste le domande di partenza da cui si avvierà lo sviluppo dei vari progetti.

Dal punto di vista tecnico la didattica si concentrerà sulle fasi di sviluppo di una storia successive alla sua ideazione generale. Dai principi base di concept narrativo, macrostruttura, conflitto centrale, climax, si passerà a sviluppare la storia nel dettaglio, individuando la struttura di blocchi narrativi sempre più piccoli fino a individuare le singole scene e raggrupparle in sequenze o capitoli.

Alle lezioni di approfondimento sullo specifico sistema narrativo scelto dall’allievo si alternano quelle sui criteri trasversali presenti in ognuno di questi.

 

CONTENUTI 

• Tappe di sviluppo dello storytelling

• Caratteristiche della narrazione tematica

• Fluidità dei sistemi narrativi

• Principi tecnici ed etici di narrazione del reale

• Tecniche di sviluppo del fantastico

• Elementi distintivi delle narrazioni ibride


Nel corso dell’ultimo incontro viene presentata al pubblico una selezione degli elaborati degli allievi.

PER GLI ISCRITTI DI ENTRAMBI I MODULI

All’atto di iscrizione gli allievi sono invitati a
per il corso base: inviare un breve elaborato (max 5000 caratteri) a tema libero, scegliendone a propria discrezione la forma: lettera, racconto, dialogo, diario, recensione, cronaca di un fatto realmente accaduto, barzelletta o anche una sola battuta purché scritte di proprio pugno; l’unico genere non pertinente è la poesia perché distante dal percorso didattico.
per il corso avanzato: inviare un soggetto (max 6500 caratteri spazi compresi) indicando chiaramente se intenzionati a svilupparlo come forma di narrazione del reale, narrazione fantastica o ibrida. Per essere ammessi al livello avanzato è indispensabile che nel soggetto presentato sia possibile individuare le caratteristiche del protagonista, comprendere chiaramente la struttura della storia, il conflitto centrale e il climax. In assenza di tali caratteristiche si consiglia la partecipazione al corso base.

Gli iscritti sono tenuti ad inviare il proprio elaborato a info@campoteatrale.it ENTRO E NON OLTRE 15 giorni prima dell’inizio del corso scelto.

Inizio Corsi

corso base: mar 13 novembre
corso avanzato: gio 18 ottobre

Frequenza

corso base: Martedì h 20.00-23.00
corso avanzato: Giovedì h 20.00-23.00

Sede

Campo Teatrale
Via Casoretto 41/a
Milano
Richiedi Info
Da 430

Richiedi Informazioni

Dicono di noi

Ho passato 5 anni a Campo, anni meravigliosi, ricchi di esperienze ed emozioni bellissime. L’ambiente è accogliente, lo staff è fantastico, l’insegnamento è serio ma non serioso, non c’è inutile competitività nè snobismo. Lo consiglio da anni a tutti quelli che vogliono provare a mettersi in gioco.

Allievo #1
Da Facebook
Sicuramente ci sono degli ottimi insegnanti e delle didattiche di ricerca molto interessanti, ma credo che (in confronto a tutte le altre scuole a Milano) Campo Teatrale ha quel qualcosa in più, credo sia l’anima dietro tutto ciò che succede nel motore di questa meravigliosa macchina. Si ha l’impressione di entrare a far parte di un vero e proprio campus artistico, ed ogni volta,  non si esce mai nello stesso modo in cui si entra.
Allievo #10
Dai questionari per allievi 16/17
Campo Teatrale è una seconda casa, realtà molto solare e familiare.
Allievo #11
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima scuola di recitazione, serietà e professionalità da parte dei docenti. La segreteria sempre disponibile e cordiale; trovo fantastica la dispondibilità che la scuola da agli allievi di prenotare gratuitamente le aule per esercitarsi durante il percorso formativo.
Allievo #12
Dai questionari per allievi 16/17
Una scuola dove si cresce tanto.
Allievo #13
Dai questionari per allievi 16/17
Si fa teatro, si parla di teatro, si condivide la passione per il teatro, si può vivere di teatro? a Campo si… è uno spazio creativo che ti stimola, è un posto giusto.
Allievo #14
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima coesione di gruppo, idea di vera e propria scuola (aule, alunni, insegnanti), eventi durante l’anno coinvolgenti.
Allievo #15
Dai questionari per allievi 16/17
Ottimo staff e bellissima gente. .. ambiente semplice e confortevole. .. un vero luogo di pura crescita letterale, culturale, sociale ed ovviamente teatrale. ..
Allievo #16
Dai questionari per allievi 16/17
 Campo teatrale è stupendo perché impari un sacco,di cose a,relazionarsi a comunicare con le persone e ad avere più autostima con te stesso/a… Campo teatrale è una esperienza unica!!!
Allievo #17
Dai questionari per allievi 16/17
È un posto bellissimo per potersi esprimere, divertirsi e fare amicizie, ma sopratutto per crescere come persona.
Allievo #18
Dai questionari per allievi 16/17
Calorosi, giocosi e l’offerta è interessantissima.
Allievo #23
Dai questionari per allievi 16/17
Campo teatrale è un bel posto dove si può imparare tanto sul teatro divertendo e sentendosi parte di una grande famiglia.frequentare Campo teatrale è la cosa migliore che può fare chi ama recitare e stare in bella compagnia
Allievo #22
Dai questionari per allievi 16/17
Scuola finalizzata sulla crescita della persona, metodi di interazione unici.
Allievo #21
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima scuola dove gli allievi sono seguiti.
Allievo #20
Dai questionari per allievi 16/17

Un posto accogliente, dove gli insegnanti offrono sia consigli professionali sia tanto amore… grazie.

Allievo #2
Da Facebook
A campo teatrale ti spingono a esprimere te stesso liberamente.
Allievo #19
Dai questionari per allievi 16/17
Serietà ed organizzazione; coinvolgimento e iniziative!
Allievo #25
Dai questionari per allievi 16/17
Inclusivo! Coinvolgente! Senso di familiarità! Senso di appartenenza e di accompagnamento graduale.
Allievo #24
Dai questionari per allievi 16/17
Un posto dove potersi esprimersi liberamente e trovare compagni di viaggio.
Allievo #26
Dai questionari per allievi 16/17
Un ottimo posto con insegnanti preparatissimi ed un gruppo ben saldo.
Allievo #30
Dai questionari per allievi 16/17

Anni fa vi frequentai un seminario di lettura espressiva. Se esistesse, metterei la sesta stella! Indimenticabile.

Allievo #3
Da Facebook
L’ambiente é familiare e le attività sono tante e per tutti i gusti. Il livello dei docenti é alto. Ottima organizzazione degli eventi e spettacoli. Molto funzionale l’idea dei carnet.
Allievo #29
Dai questionari per allievi 16/17
Clima familiare e accogliente.
Allievo #28
Dai questionari per allievi 16/17
 Creatività al potere!
Allievo #27
Dai questionari per allievi 16/17
Un ottimo posto con insegnanti preparatissimi ed un gruppo ben saldo.
Allievo #31
Dai questionari per allievi 16/17
Un ambiente piacevolissimo dove ci sente da subito accolti come in una grande famiglia, personale competente e sempre disponibile, insegnanti molto preparati. Vengono organizzati eventi interessanti e c’è un’ottima e attiva programmazione teatrale durante tutto l’anno. Giudizio complessivo molto positivo.
Allievo #34
Dai questionari per allievi 16/17
Campo Teatrale è uno spazio in cui la creatività può prendere vita, dove le esperienze di crescita sono costanti: si respira quella contaminazione che offre valore.
Allievo #33
Dai questionari per allievi 16/17
 È un’esperienza umana e culturale molto bella. Si respira un’atmosfera giovane e allegra. È un modo alternativo di fare teatro, che da anche una differente prospettiva ed un diverso modo di intenderlo.
Allievo #32
Dai questionari per allievi 16/17
C di creatività A di accoglienza M di modernità P di professionalità O di Ogni anno meglio.
Allievo #35
Dai questionari per allievi 16/17
Ottime persone, ottimo spazio, ottime attività.
Allievo #6
Dai questionari per allievi 16/17
 Veramente un’ottima scuola con corsi stimolanti, insegnati competenti e appassionati, personale gentile e disponibile e un’organizzazione top
Allievo #5
Dai questionari per allievi 16/17

Penso che a Campo… devi “esserci” perché è un’esperienza unica e ne vale la pena!!

Allievo #4
Da Facebook
Ottima organizzazione, grande esperienza per me!
Allievo #36
Dai questionari per allievi 16/17
Per quanto abbia frequentato e per gli spettacoli visti la trovo un’ottima scuola e un ambiente molto piacevole e stimolante. Il prossimo anno spero di frequentare ancora di più!
Allievo #9
Dai questionari per allievi 16/17
 Ho scoperto una bellissima realtà, il teatro. Una vera e propria palestra per tutti i giorni che mi ha insegnato tanto anche grazie agli insegnanti.
Allievo #8
Dai questionari per allievi 16/17
Da consigliare. Persone e contesto amichevole e stimolante. Ci si sente a casa e in piena libertà.
Allievo #7
Dai questionari per allievi 16/17