Be it moon, or sun, or what you please

Nino Faranna e Karin Rossi

3 dicembre ore 21.00
+ Google Calendar + iCal
Biglietto unico 10€

“And be it moon, or sun, or what you please: an if you please to call it a rush-candle, henceforth I vow it shall be so for me.”

Queste sono le parole che Shakespeare utilizza per sancire il momento in cui, finalmente, la Bisbetica accetta di essere domata dal proprio marito. “Sia la luna, il sole, o quello che volete voi” è la dichiarazione di una donna che sceglie di non combattere più, ma di aderire alla vita del suo uomo e di condividerne in tutto e per tutto le scelte. È letteralmente la quiete dopo la tempesta.

La vicenda della shakespeariana Bisbetica domata è universalmente nota: un padre, esasperato dall’indomabile carattere della figlia maggiore, decide di non concedere la secondogenita a nessuno, senza aver maritato la prima. E così, mentre la dolce e mansueta Bianca viene corteggiata da molti pretendenti e vive momenti di puro e assoluto romanticismo con il giovane Lucenzio, la bisbetica Caterina deve sopportare il corteggiamento brusco e poco appropriato di Petruccio, uno spaccone deciso a sposarla e a sottometterla ad ogni costo.

Ma che cosa dice Shakespeare a noi, adesso, con questo testo? E cosa possiamo rispondere, noi, a lui? Da un lato, Bianca e Lucenzio ci portano ad interrogarci su che cosa sia davvero l’amore, se ci sia del sentimento sotto le tipiche esternazioni da innamorati. Dall’altro lato, ai nostri occhi, questa commedia assume dei toni cupi; il tono brillante delle uscite spavalde di Petruccio si tinge di inquietudine; il lento, ma inesorabile cedimento di Caterina ci porta ad accostare questa vicenda alle tante che avvengono tra mura domestiche di oggi, dei nostri giorni. Le bisbetiche devono essere domate?

In un gioco di specularità e opposti tra le due coppie, cerchiamo di sviscerare l’amore nei suoi risvolti inusuali, sbagliati, falsi, pretenziosi o malati, e di aprire una porta a un’inversione di rotta: non è mai troppo tardi per cercare l’amore autentico.

// evento fuori stagione //

Credits

tratto da
La bisbetica domata di William Shakespeare
di e con
Nino Faranna e Karin Rossi
assistenza alla regia
Lorenzo Capineri
foto
Irene Raschellà
locandina
Sergio Rossi
si ringrazia l’ospitalità di
Campo Teatrale

Date evento

3 dicembre ore 21.00

Orari biglietteria

Presso gli uffici in via Casoretto, 41/a
Dal lunedì al venerdì 14.00 -19.00
Sabato 10.00 - 13.00 e 14.00 -19.30 / Domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.30
Presso la biglietteria del teatro in via Cambiasi, 10
Solo nei giorni di spettacolo, da un'ora prima dell'inizio della replica.

Ingresso

via Cambiasi, 10 (MM2 Udine / Linee bus 55-62)

Dicono di noi

Ieri sera non solo spettacolo, cena tutti insieme! Grazie a Campo Teatrale per la bellissima iniziativa “Convivio”, un eccellente modo per avvicinare ancora di più il pubblico al teatro.

Spettatore #24
Dai questionari spettatori 16/17

Volevo davvero ringraziarvi per la bellissima serata di ieri sera. “Convivio” è un’iniziativa meravigliosa e dà un valore aggiunto al vostro teatro. Grazie mille!

Spettatore #25
Dai questionari spettatori 16/17

Piacevole la corte, l’allestimento essenziale, la semplicità degli spazi, l’area periferica, il pubblico di giovani: sorprendete la coincidenza di ritrovare amici su vari fronti accomunati dal desiderio di condivisione di esperienza nuova, fuori dai percorsi consolidati.

Spettatore #1
Dai questionari per spettatori 16/17
 Spettacoli di qualità. Bravi!
Spettatore #10
Dai questionari per spettatori 16/17
Spettacoli intensi, emozionanti, che aprono a domande… Importante la condivisione dopo lo spettacolo.
Spettatore #11
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi piace il vostro modo di stare nel teatro.
Spettatore #16
Dai questionari per spettatori 16/17
Questo spettacolo ha creato un’atmosfera incredibile, tutti gli amici che ho invitato mi hanno ringraziato molto per averli resi partecipi.
Spettatore #15
Dai questionari per spettatori 16/17
Come prima esperienza al campo teatrale è stato molto interessante. Lo spazio è davvero bello. Ci tornerei per altri spettacoli.
Spettatore #13
Dai questionari per spettatori 16/17
Serata molto carina ed interessante sono andato via con la convinzione e la gioia di aver assistito a qualcosa di speciale
Spettatore #12
Dai questionari per spettatori 16/17
È un luogo molto piacevole dove si sta bene e ci si sente a casa.
Spettatore #17
Dai questionari per spettatori 16/17

Prima volta al campo su invito di una mia amica. Mi sono divertito un sacco, splendida accoglienza e si entra nel vivo della rappresentazione. Bravi gli attori qualità alta. Grazie.

Spettatore #18
Da Facebook

Non lo conoscevo e ho scoperto un luogo intimo e accogliente… Da non perdere di vista!

Spettatore #23
Da Facebook

Un luogo intimo, senza essere piccolo, in cui ho visto succedere piccoli miracoli e cose meravigliose.

Spettatore #22
Da Facebook

Posto meraviglioso, teatro di qualità, persone di cuore.
Questo è il teatro che fa stare bene.

Spettatore #21
Da Facebook

Una realtà che mi è piaciuta… dove l’arte si esprime per chi ha la capacità di non seguire il gregge….mi è piaciuta l’aria e le persone….

Spettatore #20
Da Facebook
Sono stato da voi due volte, a vedere spettacoli differenti e tutte e due le volte la qualità dell’offerta e del lavoro è stata molto alta.
Spettatore #2
Dai questionari per spettatori 16/17

Fino adesso qui ho assistito ai due migliori spettacoli dall’inizio dell’anno. Non lo conoscevo ma credo di essermi già affezionata. Da provare.

Spettatore #19
Da Facebook
 Spettacolo bellissimo e ambiente caloroso, sono stata benissimo! Sono rimasta molto soddisfatta e colpita, come ogni volta che passo a Campo del resto 🙂
Spettatore #8
Dai questionari per spettatori 16/17
Gentilezza nell’accogliere il pubblico. Bel posto, accogliente per gli spettatori e anche per gli studenti che si formano lì nella scuola.
Spettatore #7
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi avete regalato una splendida serata e giorni di profonda riflessione.
Spettatore #6
Dai questionari per spettatori 16/17
Ottima l’idea della cena con attori/regista e discussione. Non mi è mai capitato, nemmeno all’estero.
Spettatore #5
Dai questionari per spettatori 16/17
Continuare sulla strada delle proposte come cena con gli attori e regista, sono le iniziative di questo tipo che avvicinano il pubblico e lo fanno sentire a teatro come a casa. Grazie.
Spettatore #4
Dai questionari per spettatori 16/17
Ambiente molto giovane, fresco e piacevole!
Spettatore #3
Dai questionari per spettatori 16/17