Sciù Sciù - Broken Becomes Beautiful

Collettivo Treppenwitz

Dal 22 al 27 Marzo 2022
martedì e venerdì: ore 20:30
mercoledì, giovedì e sabato: ore 21
domenica: ore 18:30
+ Google Calendar + iCal
Prezzo intero € 20 + prevendita
Acquista
Biglietto ridotto se acquisti on-line €15 + prevendita

Biglietto prima replica a €10 + prevendita

Sono partita dalla mia storia personale con l’obiettivo di trasformarla attraverso la creazione artistica in un pensiero universale.

Sciù Sciù è il nome con cui da bambina mi chiamava mia nonna. Un vezzeggiativo napoletano che vuol dire carina, dolce come un pasticcino, è un modo per tornare a se stessi, ritrovarsi e creare nuove possibilità di esistenza.

Sono nata con una malformazione alla mano, una patologia che consiste nella mancanza o riduzione delle dita centrali nota anche come Oligodattilia. Possono esserci diverse cause, ma la più plausibile dopo anni di ricerche effettuate con i miei genitori, alcuni medici e giornalisti potrebbe essere la dismissione della centrale nucleare del Garigliano che si trova a circa trenta km da Gaeta, città in cui sono nata.

A Gaeta e nei paesi limitrofi vi è un alto tasso di tumori, leucemie e malformazioni agli arti probabilmente causate dallo smantellamento della centrale disattivata nell’82. Nelle vasche di accumulo dove confluiscono gli scarichi della centrale che convergono con il fiume Garigliano sono stati riscontrati valori di cobalto e cesio elevati. Ogni cosa è stata contaminata, i pozzi, le acque sotterranee, il mare del Golfo di Gaeta. Ancora oggi non vi è un sito di rigenerazione delle scorie radioattive. Una Chernobyl italiana di cui pochi sono a conoscenza, una catastrofe di cui si sa poco, un mostro che genera malattia e sofferenza.

Sciù sciù è un collage tra le rotture che ognuno di noi ha dentro. La costruzione del collage diviene il nucleo di tutto lo spettacolo, attraverso la creazione di un’opera si decostruisce e ricostruisce il pensiero. Il collage diviene atto riflessivo e metacognitivo mediante il quale con la stessa tecnica di realizzazione ( tagliare, prelevare, incollare, riassemblare) si ricostruisce una nuova prospettiva. Collage come metafora e spazio per mettere in relazione, trovare legami, dissonanze, giustapponsizioni e sovrapponsizioni, ricreando una narrazione altra. Frammenti del reale, strappati al loro universo, ritagli del mondo prendono forma e una diversa possibilità di coesistere. Ritagli di giornale, vecchie fotografie, pezzi di poesie, video dell’infanzia, video documentaristici, scarti che divengono poesia.

Ho scavato nella mia infanzia e nel luogo dove sono nata, ho deciso di usare io stessa la videocamera con mio padre e filmare la centrale Nucleare del Garigliano, registarare le telefonate con i miei genitori, riprendere filmati dei momenti emblematici della mia infanzia, fotografie, diari di bambina, la mia collezione di barbie. Ho provato a ricostruire il filo della narrazione cercando di spostare il punto di vista, osservandolo ad una distanza tale da poter far emergere aspetti e aprire nuovi scenari.

Collage, visione interiore attraverso cui le immagini concrete e della memoria si cristallizzano con una forma, canale per entrare in una realtà sottile, incontro di elementi diversi che iniziano a vivere e suggerire un racconto.

Sciù Sciù – Broken Becomes Beautiful diviene attraverso il collage un’esplorazione, una ricerca, un percorso, un elogio alla vita imperfetta attraverso la fragilità, la vulnerabilità che appartiene ad ognuno di noi. Le perle nascono dalle ostriche che vivono nella profondità del mare, attaccate alle rocce e si formano quando un oggetto estraneo entra nella cavità. Da una ferita, da un’intrusione di un granello di sabbia può nascere una forma ancora più bella di bellezza interiore e esteriore. L’intrusione di qualcosa fa nascere la madreperla. Le cicatrici diventano gioielli.

Credits

Di
Carla Valente
Regia
Carla Valente, Simon Waldvogel
Assistente alla regia
Federica Carra
Con
Carla Valente
Movimenti
Aurelio Di Virgilio Disegno
Collaborazione alla drammaturgia
Simon Waldvogel
produzione
Collettivo Treppenwitz
Luci
Matteo Crespi
Musiche originali
Ivano Pecorini
Collaborazione artistica
Anahì Traversi, Camilla Parini
Con il sostegno di
DECS Repubblica e Cantone Ticino – Fondo Swisslos, Ernst Göhner Stiftung, RE.TE Ospitale della Compagnia Teatrale PetraSpettacolo vincitore Borsa Teatrale Anna Pancirolli 2020 Vincitore del bando RE.TE Ospitale 2020

Date evento

Dal 22 al 27 Marzo 2022
martedì e venerdì: ore 20:30
mercoledì, giovedì e sabato: ore 21
domenica: ore 18:30

Orari biglietteria

Presso gli uffici in via Casoretto, 41/a
Dal lunedì al venerdì 15.00 -19.00
Sabato 10.00 - 18.00 / Domenica 10.00 - 18.00
Presso la biglietteria del teatro in via Cambiasi, 10
Solo nei giorni di spettacolo, da mezz'ora prima dell'inizio della replica.

Ingresso

via Cambiasi, 10 (MM2 Udine / Linee bus 55-62)

Dicono di noi

Ieri sera non solo spettacolo, cena tutti insieme! Grazie a Campo Teatrale per la bellissima iniziativa “Convivio”, un eccellente modo per avvicinare ancora di più il pubblico al teatro.

Spettatore #24
Dai questionari spettatori 16/17

Volevo davvero ringraziarvi per la bellissima serata di ieri sera. “Convivio” è un’iniziativa meravigliosa e dà un valore aggiunto al vostro teatro. Grazie mille!

Spettatore #25
Dai questionari spettatori 16/17

Piacevole la corte, l’allestimento essenziale, la semplicità degli spazi, l’area periferica, il pubblico di giovani: sorprendete la coincidenza di ritrovare amici su vari fronti accomunati dal desiderio di condivisione di esperienza nuova, fuori dai percorsi consolidati.

Spettatore #1
Dai questionari per spettatori 16/17
 Spettacoli di qualità. Bravi!
Spettatore #10
Dai questionari per spettatori 16/17
Spettacoli intensi, emozionanti, che aprono a domande… Importante la condivisione dopo lo spettacolo.
Spettatore #11
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi piace il vostro modo di stare nel teatro.
Spettatore #16
Dai questionari per spettatori 16/17
Questo spettacolo ha creato un’atmosfera incredibile, tutti gli amici che ho invitato mi hanno ringraziato molto per averli resi partecipi.
Spettatore #15
Dai questionari per spettatori 16/17
Come prima esperienza al campo teatrale è stato molto interessante. Lo spazio è davvero bello. Ci tornerei per altri spettacoli.
Spettatore #13
Dai questionari per spettatori 16/17
Serata molto carina ed interessante sono andato via con la convinzione e la gioia di aver assistito a qualcosa di speciale
Spettatore #12
Dai questionari per spettatori 16/17
È un luogo molto piacevole dove si sta bene e ci si sente a casa.
Spettatore #17
Dai questionari per spettatori 16/17

Prima volta al campo su invito di una mia amica. Mi sono divertito un sacco, splendida accoglienza e si entra nel vivo della rappresentazione. Bravi gli attori qualità alta. Grazie.

Spettatore #18
Da Facebook

Non lo conoscevo e ho scoperto un luogo intimo e accogliente… Da non perdere di vista!

Spettatore #23
Da Facebook

Un luogo intimo, senza essere piccolo, in cui ho visto succedere piccoli miracoli e cose meravigliose.

Spettatore #22
Da Facebook

Posto meraviglioso, teatro di qualità, persone di cuore.
Questo è il teatro che fa stare bene.

Spettatore #21
Da Facebook

Una realtà che mi è piaciuta… dove l’arte si esprime per chi ha la capacità di non seguire il gregge….mi è piaciuta l’aria e le persone….

Spettatore #20
Da Facebook
Sono stato da voi due volte, a vedere spettacoli differenti e tutte e due le volte la qualità dell’offerta e del lavoro è stata molto alta.
Spettatore #2
Dai questionari per spettatori 16/17

Fino adesso qui ho assistito ai due migliori spettacoli dall’inizio dell’anno. Non lo conoscevo ma credo di essermi già affezionata. Da provare.

Spettatore #19
Da Facebook
 Spettacolo bellissimo e ambiente caloroso, sono stata benissimo! Sono rimasta molto soddisfatta e colpita, come ogni volta che passo a Campo del resto 🙂
Spettatore #8
Dai questionari per spettatori 16/17
Gentilezza nell’accogliere il pubblico. Bel posto, accogliente per gli spettatori e anche per gli studenti che si formano lì nella scuola.
Spettatore #7
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi avete regalato una splendida serata e giorni di profonda riflessione.
Spettatore #6
Dai questionari per spettatori 16/17
Ottima l’idea della cena con attori/regista e discussione. Non mi è mai capitato, nemmeno all’estero.
Spettatore #5
Dai questionari per spettatori 16/17
Continuare sulla strada delle proposte come cena con gli attori e regista, sono le iniziative di questo tipo che avvicinano il pubblico e lo fanno sentire a teatro come a casa. Grazie.
Spettatore #4
Dai questionari per spettatori 16/17
Ambiente molto giovane, fresco e piacevole!
Spettatore #3
Dai questionari per spettatori 16/17