Seminario Residenziale in Toscana

condotto da Lia Gallo e Gianni Coluzzi

15-16-17-18 Luglio 2021
+ Google Calendar + iCal
La scuola di Campo Teatrale, attiva a Milano dal 1999, organizza e propone corsi di Recitazione e laboratori teatrali rivolti a principianti che desiderano sperimentare le prime tecniche teatrali e ad allievi più esperti alla ricerca dei requisiti per diventare attori. La scuola organizza infatti anche percorsi di approfondimento tematici ed intensivi.

Tutto il Beckett che c’è in te

Seminario Residenziale condotto da Lia Gallo e Gianni Coluzzi con esito finale aperto al pubblico

Presso agriturismo del Montevaso (Toscana)

Dopo un anno di smartworking e massiccia fruizione digitale, ritrovare nell’esperienza teatrale, la condivisione di azioni ed emozioni in una cornice naturale suggestiva e rilassante. Una ricerca intensiva sul Beckett più cinico, tenero e brutale per scoprire l’intima relazione fra attore e personaggio, fra attore e spettatore, immersi nella natura e fuori dal ritmo quotidiano della città, per tornare in scena più vivi di prima!

 

STARE

Dopo un anno di smartworking e massiccia fruizione digitale, ritrovare nell’esperienza teatrale, la condivisione di azioni ed emozioni in una cornice naturale suggestiva e rilassante, fuori dal ritmo quotidiano della città. Una ricerca intensiva sul Beckett più cinico, tenero e brutale per scoprire l’intima relazione tra attore e personaggio, fra attore e spettatore, per tornare in scena più consapevoli di prima! La conduzione duplice e differenziata negli spunti e nei temi di lavoro, costituisce un ulteriore stimolo alla ricerca e all’approfondimento.

CERCARE

La scrittura di Beckett è sempre portatrice d’azione. Lavorare sui suoi testi significa confrontarsi con l’azione sottesa alle parole, che si infila repentina nelle pause del discorso, negli spazi vuoti tra una parola e l’altra, nella sfida continua di portare quell’azione verso il pubblico.  I personaggi di Beckett portano al riso e commuovono al tempo stesso in un percorso che può prendere direzioni inaspettate. Ci vuole autoironia, gioco e intelligenza perché questi personaggi non hanno psicologia, sono quasi delle vignette. Sono persone,  imprigionate come in una favola nei loro io, destinati alla solitudine, senza alcuna possibilità di comunicazione fra esseri umani o comprensione. E da questi parte il lavoro di ricerca; dal Beckett cinico e tenero e brutale, che si prende gioco di tutto, soprattutto della vita. E’ un mondo che appare illogico e assurdo fatto di gesti, sguardi, poche parole, molta azione, dove lo scorrere del tempo altera la percezione del passato, dove si vive in attesa perenne di eventi che forse non accadranno mai, dove si gioca alla vita. Capire come far stare in bocca quelle parole scarne, quasi didascaliche ma piene di appartenenza all’oggi, per poi cercarne ancora, di nuove. Costruire partiture sonore; ricostruire le voci di dentro e scoprire la vita dentro le pause silenziose. I personaggi beckettiani sono eroi inquieti, capaci di azioni per riempire il tempo che non finisce, eroi spiritosi perché come dice lo stesso Beckett: ”Se avessi saputo chi era Godot… Lo avrei messo nel copione!”.

FARE

Il percorso proposto inizia con esercizi che sviluppino l’attenzione reciproca, la reattività, l’ascolto, la prontezza. Gradualmente si inserisce un lavoro sulla partitura fisica ed elementi di biomeccanica teatrale. Si approda quindi alla ricerca di immagini  sui temi specifici dell’opera di Beckett.  Oltre ai testi attribuiti a ciascun partecipante in fase di iscrizione, il gruppo viene stimolato e guidato alla produzione di materiale scenico originale da agire: il risultato della ricerca e del lavoro teatrale sarà la creazione di una Miscellanea Beckettiana che verrà messa in scena la domenica pomeriggio alla presenza di pubblico.

Nello specifico per ogni giornata di lavoro:

One to One:

  • Lavoro individuale tra tutor ed allievo sull’azione e sul personaggio beckettiano assegnato.
  • Analisi del personaggio e delle caratteristiche comuni, ricerca del lato mancante attraverso gli strumenti attorali di corpo e voce, in azione e in stasi, partendo dalla partitura fisica.
  • Lavoro sulla parola narrata. Come il personaggio parla e interagisce col pubblico, con se stesso e come di se stesso.
  • Lavoro sulla credibilità di azione e parola.

In gruppo:

  • Allenamento fisico corale in sala prove e in spazi alternativi (outdoor, in natura,…). Come cambia il corpo in azione, nei diversi spazi.
  • La ricerca di immagini non descrittive, non convenzionali.
  • Il lavoro sul coro e sui rumori del silenzio. La presenza e l’ascolto in scena in assenza di parola; ricerca di una voce corale capace di riempire spazi teatrali e non.
  • Creare con il corpo e con la voce sonorità altre che sostituite alla parola, evochino atmosfere.

PORTARE

Abiti comodi per il lavoro di training, possibilmente maglie senza scritte, scarpe da ginnastica, scarpe antiscivolo
• Due costumi di scena inerente ai personaggi assegnati (uno a tinte chiare, uno a tinte scure) scarpe e accessori
•  Un timer o metronomo (di qualunque tipo, no cellulare, timer tipo quelli da cucina)
• Un oggetto personale al quale teniamo, legato ad un ricordo importante, felice, significativo (per es. libro, vestito, foto, monile, musica, lettera…etc.)
• Un tappetino da yoga o una coperta
Una torcia

All’atto di iscrizione ad ogni partecipante verranno assegnati 2 brevi testi da mandare a memoria, estratti dai seguenti testi di riferimento: Giorni Felici, Finale di partita, Non io, Dondolo, Aspettando Godot, L’ultimo nastro di Krapp, Molloy, le poesie.

PARTECIPANTI

Il seminario è aperto a tutti. I posti sono limitati.

All’atto d’iscrizione e al solo scopo conoscitivo è necessario allegare una breve presentazione di sé, indicando eventuali esperienze formative nell’ambito della recitazione, del canto o della danza, nonché di qualunque altra esperienza che si ritenga opportuno comunicare.

Ad ogni partecipante sarà richiesto di effettuare un tampone prima della partenza ( consulta la scheda di iscrizione per maggiori dettagli)

Il lavoro teatrale si svolgerà nel pieno rispetto della normativa di prevenzione al contagio e del relativo protocollo di sicurezza aggiornato alla data di svolgimento dell’attività

QUANDO
 Da giovedì 15 a domenica 18 Luglio 2021

  • Giovedì 15 luglio: arrivo presso la residenza entro h 15.00 Orario lavoro teatrale h 16.00 – 20.00

  • Venerdì 16  luglio: Orario lavoro teatrale h 9.30-13.00 e 14.30-19.00

  • Sabato 17  luglio: Orario lavoro teatrale h 9.30.00-13.00 e 14.30 ad oltranza.  In base al bisogno del gruppo, sono previste sessioni di lavoro serale

  • Domenica 18 Luglio: Orario lavoro teatrale 9.30-13.00 e 14.30-16.00
    • Ore 16.30 Esito finale aperto al pubblico e partenza entro ore 18.00

DOVE

L’agriturismo del Montevaso si trova nel comune di Chianni (PI) a pochi km dal paese di Castellina Marittima, all’interno di un parco naturale di 300 ettari (in  prossimità della Strada Provinciale del Montevaso al km.17).

Puoi trovarlo su googlemaps al link

Gli edifici dell’agriturismo, inseriti in un parco di alberi plurisecolari e monumentali, si articolano in una villa padronale e alcune case coloniche ed offre sistemazioni in appartamenti con camere doppie o triple e bagni condivisi (supplemento di € 10/notte per camera ad uso singolo). Durante il soggiorno viene messa a disposizione  un’ampia sala – prove riservata (12x12m) dotata di parquet, spogliatoi, bagni indipendenti con docce e riscaldamento autonomo.http://www.montevaso.it/

 

COSTI 

€490 – laboratorio teatrale e servizio con pensione completa
€390 in Early Booking entro il 20 Maggio 2021

Sono escluse le spese di viaggio
Supplemento di €10/ notte per camera ad uso singolo
In caso il partecipante fosse costretto a rinunciare al seminario per comprovati motivi di salute legati al Covid-19, dovrà presentare un certificato medico di positività o che notifichi l’obbligo di quarantena per ottenere il rimborso pari al 50% dell’importo versato.

ISCRIZIONI

  • scaricare la scheda di iscrizione da compilare e inviare a info@campoteatrale.it
  • Pagamento della quota di partecipazione tramite bonifico ad  Intesa San Paolo – IBAN: IT62E0306909606100000156362 – intestato a Associazione Culturale Campoteatrale –  indicando in causale “seminario Beckett”
  • inviare della ricevuta contabile all’indirizzo info@campoteatrale.it

Inizio Corsi

15, 16, 17 e 18 Luglio 2021

Frequenza

Da giovedì 15 Luglio a domenica 18 luglio 2021

Sede

Campo Teatrale
Via Casoretto 41/a
Milano

Richiedi Informazioni

Dicono di noi

Sicuramente ci sono degli ottimi insegnanti e delle didattiche di ricerca molto interessanti, ma credo che (in confronto a tutte le altre scuole a Milano) Campo Teatrale ha quel qualcosa in più, credo sia l’anima dietro tutto ciò che succede nel motore di questa meravigliosa macchina. Si ha l’impressione di entrare a far parte di un vero e proprio campus artistico, ed ogni volta,  non si esce mai nello stesso modo in cui si entra.
Allievo #10
Dai questionari per allievi 16/17

Ho passato 5 anni a Campo, anni meravigliosi, ricchi di esperienze ed emozioni bellissime. L’ambiente è accogliente, lo staff è fantastico, l’insegnamento è serio ma non serioso, non c’è inutile competitività nè snobismo. Lo consiglio da anni a tutti quelli che vogliono provare a mettersi in gioco.

Allievo #1
Da Facebook
Campo Teatrale è una seconda casa, realtà molto solare e familiare.
Allievo #11
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima scuola di recitazione, serietà e professionalità da parte dei docenti. La segreteria sempre disponibile e cordiale; trovo fantastica la dispondibilità che la scuola da agli allievi di prenotare gratuitamente le aule per esercitarsi durante il percorso formativo.
Allievo #12
Dai questionari per allievi 16/17
Una scuola dove si cresce tanto.
Allievo #13
Dai questionari per allievi 16/17
Si fa teatro, si parla di teatro, si condivide la passione per il teatro, si può vivere di teatro? a Campo si… è uno spazio creativo che ti stimola, è un posto giusto.
Allievo #14
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima coesione di gruppo, idea di vera e propria scuola (aule, alunni, insegnanti), eventi durante l’anno coinvolgenti.
Allievo #15
Dai questionari per allievi 16/17
Ottimo staff e bellissima gente. .. ambiente semplice e confortevole. .. un vero luogo di pura crescita letterale, culturale, sociale ed ovviamente teatrale. ..
Allievo #16
Dai questionari per allievi 16/17
 Campo teatrale è stupendo perché impari un sacco,di cose a,relazionarsi a comunicare con le persone e ad avere più autostima con te stesso/a… Campo teatrale è una esperienza unica!!!
Allievo #17
Dai questionari per allievi 16/17
È un posto bellissimo per potersi esprimere, divertirsi e fare amicizie, ma sopratutto per crescere come persona.
Allievo #18
Dai questionari per allievi 16/17
A campo teatrale ti spingono a esprimere te stesso liberamente.
Allievo #19
Dai questionari per allievi 16/17

Un posto accogliente, dove gli insegnanti offrono sia consigli professionali sia tanto amore… grazie.

Allievo #2
Da Facebook
Ottima scuola dove gli allievi sono seguiti.
Allievo #20
Dai questionari per allievi 16/17
Scuola finalizzata sulla crescita della persona, metodi di interazione unici.
Allievo #21
Dai questionari per allievi 16/17
Campo teatrale è un bel posto dove si può imparare tanto sul teatro divertendo e sentendosi parte di una grande famiglia.frequentare Campo teatrale è la cosa migliore che può fare chi ama recitare e stare in bella compagnia
Allievo #22
Dai questionari per allievi 16/17
Calorosi, giocosi e l’offerta è interessantissima.
Allievo #23
Dai questionari per allievi 16/17
Inclusivo! Coinvolgente! Senso di familiarità! Senso di appartenenza e di accompagnamento graduale.
Allievo #24
Dai questionari per allievi 16/17
Serietà ed organizzazione; coinvolgimento e iniziative!
Allievo #25
Dai questionari per allievi 16/17
Un posto dove potersi esprimersi liberamente e trovare compagni di viaggio.
Allievo #26
Dai questionari per allievi 16/17
 Creatività al potere!
Allievo #27
Dai questionari per allievi 16/17
Clima familiare e accogliente.
Allievo #28
Dai questionari per allievi 16/17
L’ambiente é familiare e le attività sono tante e per tutti i gusti. Il livello dei docenti é alto. Ottima organizzazione degli eventi e spettacoli. Molto funzionale l’idea dei carnet.
Allievo #29
Dai questionari per allievi 16/17

Anni fa vi frequentai un seminario di lettura espressiva. Se esistesse, metterei la sesta stella! Indimenticabile.

Allievo #3
Da Facebook
Un ottimo posto con insegnanti preparatissimi ed un gruppo ben saldo.
Allievo #30
Dai questionari per allievi 16/17
Un ottimo posto con insegnanti preparatissimi ed un gruppo ben saldo.
Allievo #31
Dai questionari per allievi 16/17
 È un’esperienza umana e culturale molto bella. Si respira un’atmosfera giovane e allegra. È un modo alternativo di fare teatro, che da anche una differente prospettiva ed un diverso modo di intenderlo.
Allievo #32
Dai questionari per allievi 16/17
Campo Teatrale è uno spazio in cui la creatività può prendere vita, dove le esperienze di crescita sono costanti: si respira quella contaminazione che offre valore.
Allievo #33
Dai questionari per allievi 16/17
Un ambiente piacevolissimo dove ci sente da subito accolti come in una grande famiglia, personale competente e sempre disponibile, insegnanti molto preparati. Vengono organizzati eventi interessanti e c’è un’ottima e attiva programmazione teatrale durante tutto l’anno. Giudizio complessivo molto positivo.
Allievo #34
Dai questionari per allievi 16/17
C di creatività A di accoglienza M di modernità P di professionalità O di Ogni anno meglio.
Allievo #35
Dai questionari per allievi 16/17
Ottima organizzazione, grande esperienza per me!
Allievo #36
Dai questionari per allievi 16/17

Penso che a Campo… devi “esserci” perché è un’esperienza unica e ne vale la pena!!

Allievo #4
Da Facebook
 Veramente un’ottima scuola con corsi stimolanti, insegnati competenti e appassionati, personale gentile e disponibile e un’organizzazione top
Allievo #5
Dai questionari per allievi 16/17
Ottime persone, ottimo spazio, ottime attività.
Allievo #6
Dai questionari per allievi 16/17
Da consigliare. Persone e contesto amichevole e stimolante. Ci si sente a casa e in piena libertà.
Allievo #7
Dai questionari per allievi 16/17
 Ho scoperto una bellissima realtà, il teatro. Una vera e propria palestra per tutti i giorni che mi ha insegnato tanto anche grazie agli insegnanti.
Allievo #8
Dai questionari per allievi 16/17
Per quanto abbia frequentato e per gli spettacoli visti la trovo un’ottima scuola e un ambiente molto piacevole e stimolante. Il prossimo anno spero di frequentare ancora di più!
Allievo #9
Dai questionari per allievi 16/17