Corpi che raccontano - Musa in tour

Campo Teatrale / Terre des Hommes Italia

Tour di 8 date
+ Google Calendar + iCal

“Corpi che raccontano” è una performance ideata da Campo Teatrale in collaborazione con MUSA e partner per sensibilizzare e far conoscere le attività del nuovo Museo Universitario delle Scienze Antropologiche, mediche e forensi per i Diritti Umani.

Grazie al contributo di Life is Live, un progetto di Smart con Fondazione Cariplo, la performance sta replicando in un tour di 8 date, di cui 2 già realizzate a dicembre.

Evento ad ingresso gratuito.

La performance è dedicata ad un pubblico dai 13 anni in su.

La visione delle repliche è seguita da un dibattito in sala con gli attori e la regista sui temi dello spettacolo.

 

Qui le prossime date in programma:

Martedì 30 gennaio, ore 17.00

Biblioteca Universitaria di Pavia Strada Nuova, Pavia

info (non è necessaria prenotazione): bu-pv@cultura.gov.it

—-

Mercoledì 31 gennaio, ore 18.30

Villa Longoni – via Achille Grandi 41, Desio (MB)

info e prenotazioni a questo link

—-

Lunedì 5 febbraio, ore 09.30

Campo Teatrale – via Cambiasi 10, Milano

info e prenotazioni: info@campoteatrale.it

—-

Lunedì 5 febbraio, ore 11:30

Auditorium Stefano Cerri – via Valvassori Peroni 56, Milano

info e prenotazioni: info@campoteatrale.it

—-

Venerdì 9 febbraio, ore 10.00

Fabbrica del Vapore – via Procaccini 4, Milano

info e prenotazioni: info@campoteatrale.it

—-

Sabato 10 febbraio, ore 17.00

Università degli Studi di Milano Aula Magna via Mangiagalli 37, Milano

info e prenotazioni a questo link

—-

Martedì 13 febbraio, ore 18:30

Fondazione Collegio delle Università Milanesi

via Vigilio 10, Milano – per prenotarsi, si prega di scrivere a comunicazione@collegiodimilano.it, specificando nome e numero dei partecipanti

 

Tre defunti. Tre personaggi, due donne, un uomo. Un medico, italiano, che incarna il ruolo della scienza nel far luce sull’esistenza degli individui attraverso lo studio sui corpi dei cadaveri; una donna dell’est europa costretta a vendere il proprio corpo e vittima di violenze; una donna africana che porta sul suo corpo i segni di abusi e discriminazioni, che si imbarca alla ricerca di un destino migliore e che in mare, corpo tra altri corpi, perde la vita. Corpi. “Corpi che raccontano”.

 

Il teatro parla spesso sottovoce. È un’arte che non vuole urlare, che fa del qui e ora la condizione ideale per parlare da vicino a chi ha bisogno di accogliere una storia. Un linguaggio che fa della vicinanza, della prossimità tra attori e pubblico, la chiave per aprire l’emotività e smuovere le coscienze.

Questa forza della vicinanza, del parlare sottovoce, è quanto ci consente di dare voce ai fragili, di porgere alla cittadinanza le loro storie, di scuotere giovani e adulti, permettendo loro di sentire più vicine le persone che vivono ai margini della società, e, forse, di accoglierle con maggior apertura e senza pregiudizi.

Tre defunti. Tre personaggi, due donne, un uomo. Un medico, italiano, che incarna il ruolo della scienza nel far luce sull’esistenza degli individui attraverso lo studio sui corpi dei cadaveri; una donna dell’est europa costretta a vendere il proprio corpo e vittima di violenze; una donna africana che porta sul suo corpo i segni di abusi e discriminazioni, che si imbarca alla ricerca di un destino migliore e che in mare, corpo tra altri corpi, perde la vita. Corpi. “Corpi che raccontano”.

La versione originaria dello spettacolo è stata presentata al pubblico in due occasioni: il 4 marzo 2023, presso l’Aula Magna di via Mangiagalli dell’Università degli Studi di Milano, e il 24 ottobre 2023, a Palazzo Marino, in Sala Alessi, nell’ambito della conferenza “Milano: storia, genti e identità. Lo sguardo del MUSA sulla città”.

 

Credits

PRODUZIONE Campo Teatrale
realizzata con il sostegno di Terre des Hommes Italia in collaborazione con MUSA e partner
REGIA
Francesca Merli
COORDINAMENTO DRAMMATURGICO
Riccardo Favaro
INTERPRETI
Federico Antonello, Jessica Sedda e Laura Serena
FOTO E VIDEO
Stefano Colonna

Date evento

20 e 21 dicembre 2023
30 e 31 gennaio 2024
5, 9, 10 e 13 febbraio 2024

Orari biglietteria

.

Ingresso

.
Evento
Gratuito

Dicono di noi

Ieri sera non solo spettacolo, cena tutti insieme! Grazie a Campo Teatrale per la bellissima iniziativa “Convivio”, un eccellente modo per avvicinare ancora di più il pubblico al teatro.

Spettatore #24
Dai questionari spettatori 16/17

Volevo davvero ringraziarvi per la bellissima serata di ieri sera. “Convivio” è un’iniziativa meravigliosa e dà un valore aggiunto al vostro teatro. Grazie mille!

Spettatore #25
Dai questionari spettatori 16/17

Piacevole la corte, l’allestimento essenziale, la semplicità degli spazi, l’area periferica, il pubblico di giovani: sorprendete la coincidenza di ritrovare amici su vari fronti accomunati dal desiderio di condivisione di esperienza nuova, fuori dai percorsi consolidati.

Spettatore #1
Dai questionari per spettatori 16/17
 Spettacoli di qualità. Bravi!
Spettatore #10
Dai questionari per spettatori 16/17
Spettacoli intensi, emozionanti, che aprono a domande… Importante la condivisione dopo lo spettacolo.
Spettatore #11
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi piace il vostro modo di stare nel teatro.
Spettatore #16
Dai questionari per spettatori 16/17
Questo spettacolo ha creato un’atmosfera incredibile, tutti gli amici che ho invitato mi hanno ringraziato molto per averli resi partecipi.
Spettatore #15
Dai questionari per spettatori 16/17
Come prima esperienza al campo teatrale è stato molto interessante. Lo spazio è davvero bello. Ci tornerei per altri spettacoli.
Spettatore #13
Dai questionari per spettatori 16/17
Serata molto carina ed interessante sono andato via con la convinzione e la gioia di aver assistito a qualcosa di speciale
Spettatore #12
Dai questionari per spettatori 16/17
È un luogo molto piacevole dove si sta bene e ci si sente a casa.
Spettatore #17
Dai questionari per spettatori 16/17

Prima volta al campo su invito di una mia amica. Mi sono divertito un sacco, splendida accoglienza e si entra nel vivo della rappresentazione. Bravi gli attori qualità alta. Grazie.

Spettatore #18
Da Facebook

Non lo conoscevo e ho scoperto un luogo intimo e accogliente… Da non perdere di vista!

Spettatore #23
Da Facebook

Un luogo intimo, senza essere piccolo, in cui ho visto succedere piccoli miracoli e cose meravigliose.

Spettatore #22
Da Facebook

Posto meraviglioso, teatro di qualità, persone di cuore.
Questo è il teatro che fa stare bene.

Spettatore #21
Da Facebook

Una realtà che mi è piaciuta… dove l’arte si esprime per chi ha la capacità di non seguire il gregge….mi è piaciuta l’aria e le persone….

Spettatore #20
Da Facebook
Sono stato da voi due volte, a vedere spettacoli differenti e tutte e due le volte la qualità dell’offerta e del lavoro è stata molto alta.
Spettatore #2
Dai questionari per spettatori 16/17

Fino adesso qui ho assistito ai due migliori spettacoli dall’inizio dell’anno. Non lo conoscevo ma credo di essermi già affezionata. Da provare.

Spettatore #19
Da Facebook
 Spettacolo bellissimo e ambiente caloroso, sono stata benissimo! Sono rimasta molto soddisfatta e colpita, come ogni volta che passo a Campo del resto 🙂
Spettatore #8
Dai questionari per spettatori 16/17
Gentilezza nell’accogliere il pubblico. Bel posto, accogliente per gli spettatori e anche per gli studenti che si formano lì nella scuola.
Spettatore #7
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi avete regalato una splendida serata e giorni di profonda riflessione.
Spettatore #6
Dai questionari per spettatori 16/17
Ottima l’idea della cena con attori/regista e discussione. Non mi è mai capitato, nemmeno all’estero.
Spettatore #5
Dai questionari per spettatori 16/17
Continuare sulla strada delle proposte come cena con gli attori e regista, sono le iniziative di questo tipo che avvicinano il pubblico e lo fanno sentire a teatro come a casa. Grazie.
Spettatore #4
Dai questionari per spettatori 16/17
Ambiente molto giovane, fresco e piacevole!
Spettatore #3
Dai questionari per spettatori 16/17