IN STATO DI GRAZIA

Campo Teatrale

dal 3 al 5 dicembre 2022
sabato e lunedì: ore 21:00
domenica: ore 18:30
+ Google Calendar + iCal
#pinocchio #inclusione #teatrointegrato #famiglia #disabilità #genitoriefigli #unicità
Biglietto intero € 24 + prevendita
Ridotto a 16€
  • se acquisti on-line
16
Promo a 12€

Biglietto scontato a € 12 per la prima replica

12
Ridotto Under 25

Mostrando un documento d’identità valido

16
Ridotto Over 65

Mostrando un documento d’identità

12
Acquista
Biglietto ridotto se acquisti on-line € 16 + prevendita
Biglietto prima replica a € 12 + prevendita

In stato di grazia è una favola inchiesta sulla vita di alcuni bambini disabili: dal concepimento alla nascita, dall’ingresso a scuola alla pubertà, fino a immaginare un futuro di indipendenza dai loro genitori. I protagonisti non sono soltanto i bambini ma anche i genitori degli stessi, coinvolti nel processo creativo dello spettacolo attraverso le loro testimonianze. Si tratta di storie di gravidanze difficili, nascite premature, adozioni.

Lo spettacolo è nato come laboratorio e ha come obiettivo quello di far dialogare bambini abili con bambini disabili e vede quindi come protagonisti 8 bambini abili e disabili di età compresa tra i 9 e i 15 anni. All’interno del gruppo vi sono bambini che presentano varie disabilità, quali autismo, sindrome di down, ritardo cognitivo e disturbo ipercinetico.

Come possono comunicare bambini abili e disabili?
Nel corso del laboratorio di creazione abbiamo visto come tutti i bambini hanno cercato, scovato o perfino creato un linguaggio per comunicare con gli altri.

Perché una favola inchiesta?
Il punto di partenza del lavoro è stata la favola di Pinocchio. Anche Pinocchio vive i conflitti con papà Geppetto, non ama la scuola, cerca un luogo fantastico dove tutto è possibile. Un Pinocchio che si racconta bugie, ma che ad un certo punto affronta la paura nella pancia della balena, trovando così il coraggio di crescere. La relazione tra Pinocchio e Geppetto e più in generale quella tra genitori e figli, è stata uno dei temi fondanti del progetto, tanto che alcune video-interviste dei genitori sono parte dello spettacolo. Come affrontano i bambini disabili l’ingresso nel mondo adulto? Riescono a trovare una loro autonomia? I genitori cosa si augurano per loro? Su cosa possono fare affidamento?

Come registe e attrici ci siamo chieste quanto potevamo spingerci, quanto il dolore altrui potesse diventare anche il nostro, quanto l’arte possa attingere anche dalle esperienze più intime delle persone. Per questo ci appelliamo alla grazia. In stato di grazia si può raccontare il dolore e sperare di non ferire. Portare alla luce, forse, un messaggio che schiuda le coscienze e l’ascolto per la nascita di una società più aperta e inclusiva.

Accanto allo spettacolo anche una mostra con i ritratti dei giovani attori realizzata dal fotografo iraniano Soheil Raheli, che ha seguito e immortalato i primi momenti del processo creativo. I ritratti, capaci di restituire l’individualità di ognuno, esprimono al contempo un’identità di gruppo. L’interazione, lo scambio e la reciprocità sono la cornice grazie alla quale le fotografie dialogano fra loro, in un chiaroscuro denso di significato. 

Ad accompagnare ogni ritratto, un breve testo che descrive la personalità e la vita delle ragazze e i ragazzi, frutto delle interviste realizzate insieme ai genitori. 

La mostra sarà visitabile prima e dopo lo spettacolo teatrale.

Per maggiori informazioni sul progetto clicca qui

Credits

Interpreti
Matilde
Artur
Chiara
Raffaele
Tiago
Carlotta
Lorenzo
Viola
con
Lia Gallo e Laura Serena
regia
Francesca Merli
drammaturgia
Francesca Merli con la collaborazione di Laura Serena e Lia Gallo
Riprese video, montaggio e light design
Stefano Colonna
Regia video
Francesca Merli
Costumi e oggetti
Francesca Biffi
Foto e mostra a cura di
Soheil Raheli
Produzione
Campo Teatrale
Con il contributo di
Fondazione di Comunità Milano, A.T. Kearney Italia Inc., e tutti coloro che hanno aderito alla campagna di crowdfunding
Un ringraziamento speciale
a Sara e ai genitori di tutti gli interpreti, per il tempo e il cuore che hanno dedicato al progetto
Pianteremo un albero per ogni biglietto venduto.
Riempiamo il teatro. Riempiremo il mondo di alberi.

Date evento

dal 3 al 5 dicembre 2022
sabato e lunedì: ore 21:00
domenica: ore 18:30

Orari biglietteria

Presso gli uffici in via Casoretto, 41/a
Dal lunedì al venerdì 15.00 -19.00
Presso la biglietteria del teatro in via Cambiasi, 10
Solo nei giorni di spettacolo, da mezz'ora prima dell'inizio della replica.

Ingresso

via Cambiasi, 10 (MM2 Udine / Linee bus 55-62)

Dicono di noi

Ieri sera non solo spettacolo, cena tutti insieme! Grazie a Campo Teatrale per la bellissima iniziativa “Convivio”, un eccellente modo per avvicinare ancora di più il pubblico al teatro.

Spettatore #24
Dai questionari spettatori 16/17

Volevo davvero ringraziarvi per la bellissima serata di ieri sera. “Convivio” è un’iniziativa meravigliosa e dà un valore aggiunto al vostro teatro. Grazie mille!

Spettatore #25
Dai questionari spettatori 16/17

Piacevole la corte, l’allestimento essenziale, la semplicità degli spazi, l’area periferica, il pubblico di giovani: sorprendete la coincidenza di ritrovare amici su vari fronti accomunati dal desiderio di condivisione di esperienza nuova, fuori dai percorsi consolidati.

Spettatore #1
Dai questionari per spettatori 16/17
 Spettacoli di qualità. Bravi!
Spettatore #10
Dai questionari per spettatori 16/17
Spettacoli intensi, emozionanti, che aprono a domande… Importante la condivisione dopo lo spettacolo.
Spettatore #11
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi piace il vostro modo di stare nel teatro.
Spettatore #16
Dai questionari per spettatori 16/17
Questo spettacolo ha creato un’atmosfera incredibile, tutti gli amici che ho invitato mi hanno ringraziato molto per averli resi partecipi.
Spettatore #15
Dai questionari per spettatori 16/17
Come prima esperienza al campo teatrale è stato molto interessante. Lo spazio è davvero bello. Ci tornerei per altri spettacoli.
Spettatore #13
Dai questionari per spettatori 16/17
Serata molto carina ed interessante sono andato via con la convinzione e la gioia di aver assistito a qualcosa di speciale
Spettatore #12
Dai questionari per spettatori 16/17
È un luogo molto piacevole dove si sta bene e ci si sente a casa.
Spettatore #17
Dai questionari per spettatori 16/17

Prima volta al campo su invito di una mia amica. Mi sono divertito un sacco, splendida accoglienza e si entra nel vivo della rappresentazione. Bravi gli attori qualità alta. Grazie.

Spettatore #18
Da Facebook

Non lo conoscevo e ho scoperto un luogo intimo e accogliente… Da non perdere di vista!

Spettatore #23
Da Facebook

Un luogo intimo, senza essere piccolo, in cui ho visto succedere piccoli miracoli e cose meravigliose.

Spettatore #22
Da Facebook

Posto meraviglioso, teatro di qualità, persone di cuore.
Questo è il teatro che fa stare bene.

Spettatore #21
Da Facebook

Una realtà che mi è piaciuta… dove l’arte si esprime per chi ha la capacità di non seguire il gregge….mi è piaciuta l’aria e le persone….

Spettatore #20
Da Facebook
Sono stato da voi due volte, a vedere spettacoli differenti e tutte e due le volte la qualità dell’offerta e del lavoro è stata molto alta.
Spettatore #2
Dai questionari per spettatori 16/17

Fino adesso qui ho assistito ai due migliori spettacoli dall’inizio dell’anno. Non lo conoscevo ma credo di essermi già affezionata. Da provare.

Spettatore #19
Da Facebook
 Spettacolo bellissimo e ambiente caloroso, sono stata benissimo! Sono rimasta molto soddisfatta e colpita, come ogni volta che passo a Campo del resto 🙂
Spettatore #8
Dai questionari per spettatori 16/17
Gentilezza nell’accogliere il pubblico. Bel posto, accogliente per gli spettatori e anche per gli studenti che si formano lì nella scuola.
Spettatore #7
Dai questionari per spettatori 16/17
Mi avete regalato una splendida serata e giorni di profonda riflessione.
Spettatore #6
Dai questionari per spettatori 16/17
Ottima l’idea della cena con attori/regista e discussione. Non mi è mai capitato, nemmeno all’estero.
Spettatore #5
Dai questionari per spettatori 16/17
Continuare sulla strada delle proposte come cena con gli attori e regista, sono le iniziative di questo tipo che avvicinano il pubblico e lo fanno sentire a teatro come a casa. Grazie.
Spettatore #4
Dai questionari per spettatori 16/17
Ambiente molto giovane, fresco e piacevole!
Spettatore #3
Dai questionari per spettatori 16/17